A che ora é?

Fine-del-Mondo-Maya-2012Poche ore ci separano ormai dal 21 dicembre 2012, giorno della prevista fine del mondo secondo il calendario Maya. Spero che  molti di voi aspettino questa profezia con ironia e leggerezza, cè anche chi prende la cosa sul serio e per paura organizza appositi viaggi e corsi sopravvivenza.

Nessuna spiegazione scientifica avvalora questa teoria, pur rispettando la storia dei Maya fa sorridere pensare cosa avrebbe voluto significare per un popolo così antico la fine del mondo.

Diversamente io vorrei parlare del futuro, del nostro, del vostro, di cosa veramente abbiamo paura, che cosa aspettiamo che accada. Il presente non fa sperare nulla di buono, cosa vorremmo per noi, per le famiglie della nostra comunità e soprattutto per i nostri figli?

In questo momento ho una visione della vita piuttosto negativa e mi resta difficile immaginare un futuro sereno e pieno di cose buone, vorrei sapere da voi cosa pensate in merito.

Vogliamo iniziare?

                                                                      

Annunci
Immagine | Questa voce è stata pubblicata in Narrativa. Contrassegna il permalink.

30 risposte a A che ora é?

  1. Cora ha detto:

    Cara Lucia, io credo che i Maya siano stati freintesi. Per loro questa data significava la fine di un’epoca e l’inizio di una nuova. Io voglio credere che sia così. Si chiude un periodo e ne inizia uno nuovo. Speriamo sia un periodo positivo, io voglio crederci. La speranza di un domani migliore è l’unica cosa che ci fa andare avanti, un passo dopo l’altro. Che sia un periodo d’amore, pace e serenità! Ti faccio tanti auguri!!!
    Cora

  2. cavaliereerrante ha detto:

    Non c’ è nessuna fine, cara @Lucia …. poichè nulla muore, muta soltanto !
    E se sei sola, ora …. e lacrime inarrestabili sottolineano la tua solitudine rivestendola a tristezza …. guarda in te stessa : ritroverai nell’ aria che respiri, nelle magie del tuo incantevole Paese le cui strade, a piedi o coll’ anima, percorresti con tuo @Marito, nella sera che scenderà su di te con le sue stelle, in quella che brilla più delle altre …. il tuo compagno “angelo” di tutta la tua intera esistenza . Ad essa sorridi, cara e dolente amica, mentre cogli un fiore del vostro giardino, ad essa lasciati dolcemente cullare con la tua Memoria …. nulla muore, nè ora nè mai !!!! 🙂
    Col cuore … ti/vi sono vicinissimo !!!
    @Cavaliereerrante ….

  3. Patrizia ha detto:

    Cara Lucia, chiedi che cosa vorremmo noi per il futuro. Ho letto ieri il tuo post e ci ho pensato molto. Non è facile rispondere. O meglio…ci sono tante cose che vorrei, cose che fatico molto a vedere come realizzabili. Ma guardando i miei bimbi ogni giorno, guardando mia nipote, giovane donna che sta iniziando la sua lotta nel mondo,, mi limito a dire che vorrei un mondo dove loro potessero vivere in modo più “umano”. Vorrei per loro sentimenti veri, soprattutto, limpidezza, in ogni anfratto della loro vita. Questo vorrei…
    Tanti auguri Lucia,, con sincero affetto…

  4. Drimer ha detto:

    Ore 22.55 e sembra esserci ancora tutto e direi che è un buo inizio, anzi…una buona continuazione.
    Per quanto riguarda domani non so che cosa mi aspetterà, ma sono sicuro che ogni momento sarà diverso da quello precedente e comunque sarà mio.
    Buona notte Lucia, per gli auguri…ripasso 🙂
    Silvano

  5. Giulio Salvatori ha detto:

    Lucia, a me sembra che tu ti sia fatta le domande e che alle quali hai già risposto.Cosa posso dirti di più ? poi noi toscanacci siamo duretti:non si gira intorno alla famosa colonnina.Più volte abbiamo detto e ripetuto che dietro le nuvole c’è il sole.Basta aspettare che si diradino un pò.Ora ci sono anche queste festività che gravano sull’umore, ma passano anche quelle .Poi arriva la primavera ricca di fiori , di verde, di un tiepido sole , di…e anche l’animo riprende il suo ritmo. Il mio è l’augurio che tu riesca a trovare un pizzico di serenità, guarda bene,fruga in ogni angolo, vedrai che da qualche parte l’hai messa .Il solito maledetto toscano

  6. ili6 ha detto:

    Il futuro? Al di sopra di tutto che sia per i miei cari un futuro di salute e di armonia. e mi piacerebbe anche che questa armonia possa espandersi ed abbracciare quante più persone possibili, allontanando così le cattiverie, i soprusi, le calunnie, il bigottismo, il razzismo e tanto altro che di negativo oggi riempie questo mondo.
    Sogni? Sì, ma mi piace credere alla profezia Maya:la fine di un’era e l’inizio di un’altra. Spero solo sia migliore.

    Ti abbraccio
    e sii forte come sai.

  7. luciabaciocchi ha detto:

    Siamo ormai quasi al termine del giorno 21, la fine del mondo sembra lontana, ma il mio futuro lo vedo diverso, dovrò lottare per non rassegnarmi alla mia solitudine,ma sforzarmi e accettarla, perché soltanto così potrò cambiarla. Lo so che è difficilissimo ma dovrò dire a me stessa che anche i momenti di dolore hanno un senso ed è giusto che ci siano per farmi cambiare in meglio.Questo lutto che mi ha colpito non deve farmi diventare vittima contro tutti e me stessa, dovrò lottare per riacquistare la mia serenità e gioia di vivere.
    Vi abbraccio e ringrazio per gli Auguri..
    Lucia

    • pierperrone ha detto:

      Cara Lucia,
      mi fa piacere molto il tuo abbraccio e mi riempiono di gioia i tuoi Auguri.
      Io te li ricambio con altrettanto affetto.
      Ma i tuoi hanno un valore più alto, perchè sento che sono il frutto distillato di un momento della tua vita tanto difficile.
      Nelle tue parole vedo anche il verde germoglio della tua vita che piano piano comincia a riprendersi il centro del mondo.
      E’ questo che mi fa piacere, quella lotta che leggo/sento nelle tue parole.
      Quella lotta è vita.
      Voglio dirti anche che sei una persona forte, molto presente a te stessa.

      Adesso passo un momento al tema del tuo post.
      CRONACA DALLA FINE DEL MONDO.
      Così potrei intitolare un bel post.
      Cosa è accaduto, poi, che ha fatto precipitare il mondo nel baratro che fra poche ore, ormai, si richiuderà sopra di lui asfissiandolo?
      Il mondo è finito, oggi, nel senso che molti, troppi, lo hanno dimenticato.
      Corrono appresso a cose inutili, a simboli di felicità vacui.
      Scambiano il bene reale, la felicità vera, per qualcosa di effimero, di sfuggente.
      E’ come se in tanti, in questo mondo consumista, cercassero di abbracciare le ombre delle cose, lasciando perdere le vere bellezze da abbracciare.
      Ho sempre pensato che se la felicità la dovessimo misurare sulla scala del benessere, della ricchezza, del potere, avremmo condannato milioni di persone all’infelicità: lo dico nel senso che la felicità appartiene anche a coloro che non sono benestanti, nè potenti, nè ricchi. Anche un povero, un malato, conosce la felicità.
      Da perfetti consumisti, quando diciamo : sono felice, vorremmo intendere che siamo pieni di felicità, che abbiamo fatto il pieno, che l’intero arco della nostra giornata e della vita stessa è sempre al massimo della felicità.
      Come avere una cassa piena di monete d’oro, così colma che non ci entra neanche un doblone di più.

      Ma è così?
      Io non credo.
      Felici si è solo a momenti.
      E non dipende certo dagli zeri del conto corrente.
      Magari basta veder giocare un bambino.
      Per me quell’immagine – il bambino che gioca – è una fonte di felicità, una delle tante possibili.
      Per ognuno ce ne sono tante, di fonti della felicità.
      Gli va, a qualcuno dei tanti amici di questo blog, di dirmene qualcuna speciale?

      Un abbraccio e buon Natale a tutti!!!
      Piero

      • ili6 ha detto:

        Sicuramente una bella immagine quella del bambino che gioca.
        Forse però perchè ne vedo spesso di bambini giocare, vivendo con loro, ecco, fonte di felicità maggiore per me è quando vedo un anziano sorridere e magari mentre gioca con un bambino.

  8. franco muzzioli ha detto:

    Cara Lucia con fatica, con buona volontà …”domani è un altro giorno” ,cone diceva Rossella O’Hara in “via col vento”.
    Non c’è stata la fine del mondo …e forse era prevedibile….anche perchè durante la sioria dell’uomo è stata proclamata almeno un centinaio di volte.
    Siamo ancora tutti qui, accanto a te……se sei a Montefalco ,accendi un lumino in una finestra che guarda la vallata e mantienilo acceso per tutte le feste ….sarà una dolce fiammella d’amore.

  9. lucianaele ha detto:

    Sono giorni con mille cose da fare,
    non so se riuscirò ancora a passare da voi.
    Ma voglio fare un mondo di auguri a tutti.
    Buona Natale.
    Un abbraccione,
    Luciana

  10. Elena ha detto:

    Nemmeno io sono molto positiva!

  11. liù ha detto:

    E’ già quasi mezzogiorno del 21 dicembre!
    Ti dirò cara Lucia,questa profezia non mi ha mai fatto paura sia che si dovesse avverare ,sia che fosse una bufala ! Penso che oggi o domani o tra 10/20 anni se tutto va bene dobbiamo andarcene tutti per cui non ho mai capito tutta stà paura!
    Un caro abbraccio
    liù

  12. sentimental ha detto:

    Cara Lucia, questo Momento Oscuro che tutto il mondo sta vivendo, ha già concepito la Fine
    Non i Maya e neanche veggenti e maghi sono stati così potenti, ma solo l’ Uomo, un piccolo, insignificante essere al confronto dell’ intero universo
    Ogni giorno è un po’ la Fine

    Un caro abbraccio per un Natale almeno un po’ sereno
    Sentimental

  13. Giulio Salvatori ha detto:

    Lucia , approfitto di questo spazio per dirti che, con piacevole sorpresa ho visto che nel tuo salotto è entrata una toscana doc -Simona- ora ne hai due.E ti dirò che la conosco bene e la stimo:-è una penna acuta, vedrai che porterà delle cose buone .

    • luciabaciocchi ha detto:

      Giulio non aver timore, in questo piccolo salotto, gli amici degli amici sono sempre ben accolti, aspettiamo di leggere qualcosa di Simona in attesa che apra un suo blog.
      Con amicizia
      Lucia

  14. luciabaciocchi ha detto:

    Passata da poco la mezzanotte, tutto tranquillo, la fine del mondo non è avvenuta, per le vie del web ho incontrato l’amico Popof che mi dice di fare una testimonianza in diretta che la vita continua, magari la fine è solo rimandata. Ora provo ad andare a dormire, non è facile per me riposare anche se fuori tutto tace.
    A domani
    Lucia

  15. ironizzo molto su questa fatidica data….e dirò temo molto di più il nostro precario futuro che non la fine del mondo….a domani 😉

  16. franco muzzioli ha detto:

    Cara Lucia , ricordo che nel dicembre 1999 ci fu una paura simile , ma il 1° gennaio 2000 tutto terminò in una risata.
    Il mondo finirà , è certo, il sole è una stella ed ha una durata, hanno stimato che fra 4/5 miliardi di anni si spegnerà ed ovviamente con esso anche la terra.
    Sono problemi che non dobbiamo porci , piuttosto cerchiamo di non affrettare la morte di questo nostro bel pianeta rispettandolo, cosa che generalmente non facciamo.
    Il 25 dicembre sarà Natale come tutti gli anni.

  17. Simona ha detto:

    Intanto Lucia mi fa piacere che tu mi abbia coinvolto in questa discussione.
    Non guardo al futuro, ho smesso di farlo molto tempo fa.
    Non ho progetti e non voglio averne.
    Domani per me è sempre la fine del mondo.
    A che serve guardare troppo avanti? C’è la curva della notte di ogni giorno ad impedircelo.
    La supererò? mi chiedo ogni volta e quando al mattino vado ad aprire gli scuri della camera di mio figlio ed il suo sorriso illumina tutta la stanza, sono felice, carico la mia sporta sulle spalle ed affronto il mio giorno cercando di catturargli tutto il bello che posso.
    Se domani sarà la mia fine del mondo spero di avere in tasca tanta vita, sto vivendo per quello.
    un caro saluto.

  18. lucetta ha detto:

    Sarà per la mia età, sarà per la mia fede e fiducia in Dio ma sono tranquilla come sempre. In futuro mi potrebbe capitare di morire ma non considero la morte come una disgrazia, per cui continuo ad andare avanti con serenità. Il futuro è buio per i giovani? Beh faranno come hanno fatto alcuni di noi tanti anni fa: non avevamo comodità, non c’erano i lussi di oggi, niente vacanze, solo divertimenti semplici che tutti si potevano permettere. Bastava stare insieme per essere contenti e sognare…Provengo da una famiglia numerosa in cui solo papà lavorava e con il suo misero stipendio ha cresciuto e sfamato una moglie e 6 figlie….non è stato semplice, nè facile ma basta adeguarsi, fare delle rinunce e non fare il passo più lungo della gamba. Forse tu Lucia sei cresciuta in una famiglia agiata per cui adesso il futuro ti sembra più duro di quello che è in realtà.
    Un abbraccio amica mia e……coraggio.

  19. Sandra ha detto:

    No non ho nessuna paura ,Lucia , la profezia dei Maia non mi dice proprio niente ,vorrei avessero indovinato la loro fine.Mi preoccupa e tanto il nostro futuro ,sopratutto per i notri ragazzi ,vorrei considerarlo come un nuovo inizio portatore di serenita’ e tanta pace .Mi auguro che si squarcino le nubi ,e cominciassimo a volerci un po’ di bene .TI faccio tanti cari auguri, con affetto
    Sandra

  20. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  21. Rebecca ha detto:

    Non ho nessuna paura mia cara Lucia… poi per me non è una fine, ma un nuovo inizio di una era più cosciente e più amorevole… ho scritto recentemente un piccolo post al riguardo ti lascio qui il link.. http://unmondoperduto.wordpress.com/2012/12/19/la-quinta-umanita/
    ti abbraccio con amore Rebecca

  22. Giulio Salvatori ha detto:

    Lasciando da parte la profezia dei Maja che , come sento e si legge, molti si sono costruiti dei sotterranei in cemento armato, io non sarei ancora pronto per …partire. Avrei ancora molte cose da fare , poi, chi me lo dice che dall’altra parte posso dedicarmi alla musica ? E in questo concetto, la Fede è e sarà una valida amica. Purtoppo, se non mi succede come l’amico Lorenzo che ha avuto questo dono, andrò sempre a braccetto con il diavolo nei gironi dell’inferno. Mi consola il fatto che, chissà quante “belle persone” ci troverò. A quel punto gli diro :- E come mai sei qui? – Ma non eri quello che predicava bene, che eravamo tutti fratelli ? Mamma mia, chissà quanti ce ne sarà . Come vedi Lucia, voglio sdrammatizzare “ridendoci” sopra. Il futuro mi spaventa. Se non si comincia subito a fare le scelte giuste per i nostri figli e nipoti, sarà molto incerto. E qui, si ricade inesorabilmente nelle scelte della politica .Quella luce infondo al tunnel, io non la vedo. Speriamo che sia miope. Avanti tutta con un proverbio contadino:- La morte ci deve trovare vivi .

  23. in fondo al cuore ha detto:

    Visto come stanno andando le cose è difficile avere una visione positiva…..speriamo che cambi qualcosa, già basterebbe se ci fosse meno cattiveria in giro….. Speriamo davvero che cambi qualcosa, in senso generale, la preoccupazione è soprattutto per i giovani e il loro futuro……
    Per gli auguri ci risentiamo, per ora ti auguro una buona giornata, un abbraccio!

  24. popof1955 ha detto:

    Nel cortile di dove lavoro io si sta formando una crepa nel terreno che va dritta da est a ovest, a nord c’è Arcore, spero di trovarmi nel lato sud quando la Terra si spaccherà in due 🙂
    Per gli auguri ci sentiamo, magari alla vigilia di Natale, ok? Ciao 🙂

  25. CECILIA ZENARI ha detto:

    Ciao, cara Lucia.
    Voglio provare a vivere giorno per giorno, senza affanno, ma un po’ come ogni giorno dovesse terminare adesso, con la serenità nel cuore, comunque!
    Via le paure (inutili) che rubano lo spazio ai pensieri belli e alle azioni nobili!
    Io ce la metto tutta!
    Credo ne valga la pena, metto le tristezze da una parte, ci provo, e … pensare che il 21 sia la fine … non fa per me!
    Un abbraccione grandissimo!
    Ti voglio bene!
    Il futuro?
    Io non voglio pensare a me, voglio pensare a cosa fare a chi ha meno di me e sta soffrendo parecchio, voglio pensare di donare un sorriso e una speranza vera.
    I miei pensieri corrono proprio là.
    Faccio come posso: ogni tanto funziona!
    Potrei fare di più, sicuramente sì, ma se da cosa nasce cosa …
    I pensieri belli e sereni di sicuro fanno bene allo spirito e alla mente.
    Le paure disturbano e non lasciano spazio alla gioia!

  26. Lorenzo D'Agata ha detto:

    Cara Amica, in considerazione di come sono fatto, con lo sguardo sempre rivolto fuori di me, confesso che non sono diventato più apprensivo, inquieto, pauroso di prima. La crisi è mondiale e nei paesi più ricchi si avverte meno che in quelli poveri. Quindi la mia ritrovata fede mi fa dire che dobbiamo tutti sperare. E fare sempre qualcosa di buono per il nostro prossimo. Qualcosa che ci coinvolga profondamente e ci faccia, appunto, sperare, per il bene del mondo ma anche per il mondo al di fuori e al di sopra di noi a cui aspiriamo. Vogliamoci bene, anche, come fratelli e sorelle. E speriamo, speriamo. Ti faccio tanti auguri con affetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...