Fate, negromanti e cavalieri misteriosi…

Nelle due ultime domeniche di giugno ricorre, a Castelluccio di Norcia , sull’ampio altipiano nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini , la festa della “Fiorita”. Luogo magico abitato da fate, negromanti e cavalieri misteriosi e affascinanti  le cui storie si tramandano fin dall’antichità.

 Non c’e’ un momento preciso per ammirare questo spettacolo incantevole, dipende dal clima della stagione, le specie floreali sono numerosissime, si possono ammirare ne vasti prati fiori di; genzianelle, narcisi, violette, papaveri, asfodeli, trifogli, acetoselle, lenticchie e altro…

Quest’anno un programma musicale si è sposato alla perfezione con il suggestivo ambiente circostante, il maestro Ugo Hughi e i Filarmonici di Roma si sono esibiti sul palco con  alle spalle il pendio, in cui le piante disegnano il profilo dell’Italia. C’è sicuramene lo zampino delle fate buone che abitano ancora oggi gli Appennini, luogo di magia e d’incanto, se lo spettacolo è stato magico e unico.

Almeno per un giorno, a questi luoghi verranno restituiti i loro spazi e silenzi – troppo spesso rubati dai mezzi a motore – e potremo lasciarci sedurre dal loro vero incanto, amplificato dalle magiche note del violino di Uto Ughi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Quisquiglie e Pinzillacchere. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Fate, negromanti e cavalieri misteriosi…

  1. luciabaciocchi ha detto:

    Giulio mi fa piacere sapere che sei sceso dall’albero e che da spettatore partecipi all’evento, rotolarsi lungo i pendii deLl’altopiano del Castelluccio,accompagnati dalle note della 4 stagioni di Vivaldi, fa ritemprare il corpo e lo spirito..L’Umbria ti aspetta

  2. ili6 ha detto:

    Musica e Natura insieme: niente di più bello per le anime che sanno apprezzare.
    Sempre superbo il violino di Uto Ughi e poi…più passano gli anni e più il maestro acquista fascino!
    🙂

  3. pierperrone ha detto:

    Che bell’aria che si respira lì!
    Gialla, verde, azzurra, fresca, limpida…
    E poi la musica, l’arte, la Bellezza, la Natura sovrana!
    Luoghi ed esperienze d’incanto.
    Grazie, Lucia, della tua testimonianza.
    Un caro saluto.
    Piero

  4. Giulio Salvatori ha detto:

    Uno come me, che è nato sotto le fronde di un castagno ai piedi delle Apuane, avvezzo quindi ai colori della natura , si tuffa ben volentieri in un tappeto così variopinto.Se poi, a stendere il tappeto in un percorso così armonioso è la mano descrittrice del cuore, che dire?Pensatela come volete, io mi sono rotolato giù per i prati di Castelluccio avvolto dalla musica . Che pensavate che il -maledetto toscano- non avesse un cuore?

  5. fausta68 ha detto:

    Ricordo andando verso Spello e Assisi i magnifici campi di grano, costellati di papaveri e fiordalisi. Che meraviglia!!!
    Immagino come devono essere belli i campi così fioriti! Se poi vi trovo il magico Uto Ughi….. c’è da commuoversi!

  6. popof1955 ha detto:

    Mi piace Lucia che ti piace il tuo post, brava. Unico peccato non esserci a quelle manifestazioni della tiepida Umbria,. Comincio a invidiarti (in senso buono). Riempi l’estate Lucia, perché l’estate è vita, così come l’autunno è il tempo dei ricordi. Musica, natura, fate gnomi, reale e fantastico conditi di note. Ciao 😛

    • luciabaciocchi ha detto:

      E’ vero Paolo, i miei post vogliono portare, il sole, la luce, l’arte e la musica dell’Umbria nel pieno dell’estate, bellisima la tua ultima frase “CONDITI DI NOTE”, non ti smentisci mai, sai fondere gli element più diversi e farne un racconto umico….Non ti montare la testa….ciao

  7. Vito M. ha detto:

    Codivido il pensiero dell’amico che m’ha preceduto, musica e natura è una splendida simbiosi, e quando si ha la possibilità di goderne, bisogna approfittarne assolutamente.
    Mentre guardavo il video mi sentivo assorbito da quell’atmosfera, l’audio della videocamera è superbo, si coglie tutta l’atmosfera del momento.
    Ti auguro una buona giornata, con amicizia, Vito

    • luciabaciocchi ha detto:

      Mi fa piacere che abbiate apprezzato questo post, vi invito a godere dello spettacolo della Fiorita, unico e indimenticabile…ancora meglio se accompagnato da una musica divina. Un saluto grande

  8. Lorenzo D'Agata ha detto:

    Musica e natura. Musica e storie tradizionali. Musica e gente che vi si abbandona. Un incanto, per cui ogni elemento si unisce, si fonde con gli altri determinando sensazioni indimenticabili. Verrebbe da dire: gente benedetta che avete pensato e realizzato una simbiosi come questa. Noi, spettatori attenti ed “amici”, ne cogliamo la bellezza e l’interesse profondo.

    • luciabaciocchi ha detto:

      Lorenzo ciao, sono qui nella mia terra, mi piace trasmettervi le sensazioni che sto vivendo, denoti nei tuoi commenti grande sensibilità e conoscenza delle cose belle, grazie un “amica”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...