Domenica, giorno di mercato

Sono a Montefalco a 6 km da Bevagna, questa mattina vi accompagno al Mercato Medievale, previsto a chiusura della manifestazione, mi piace farvi percorrere, attraverso uno scenario naturale unico, momenti inconsueti che appartengono ad un’epoca ormai trascorsa.

Ci  fermiamo ad osservare la lavorazione del vimini, antico mestiere degli abitanti locali, i giunchi della lavorazione provengono da vegetazioni che costeggiano il fiume Clitunno. 

Andiamo avanti ancora e ci fermiamo presso LO SPEZZIERE, dove si vendono erbe medicinali ed elisir di lunga vita: salvia, rosmarino, lavanda, erbe officinali, spezie, come cannela, pepe, zenzero… Gli incontri sono tanti, volti allegri e soddisaftti per un lungo lavoro di ricerca certosina sulle abitudini antiche.

       A aiutare i bevanati sono presenti un gruppo di toscani di Prato che si occupa di ricostruire quest’epoca, coinvolgendo il pubblico, portandolo a contatto con una realtà diversa. Vi mostro una pisana venditrice di verdure ed un simpaticissimo gruppo ” I MALEDETTI TOSCANI”, ancora una volta sul mio cammino. 

Seguitiamo, accompagnati dal suono di chiarine e musica mediovievali, ci fermiano allo “SCRIPTORIUM”, dove si assiste alla lavorazione e al confezionamento di un codice in pergamena, decorato con miniature finissime, usando inchiostri fabbricati appositamente.

Poco avanti mastro”CERARO”che vende candele dalla forma strana e colori bellissimi, segue poi il cartaio, il canapaio, il fabbro e altri solerti artigiani, che si susseguono in una coinvolgente atmosfera di suoni e gesti antichi.

Una delle attività che desta attenzione è quella del” FORNAIO- PANETTIERE”, che sforna continuamente pane caldo. La farina con cui viene fatto il pane è composta di diversi cereali inferiori come il miglio, spelta, saggina..Il pane veniva venduto all’esterno del forno, con prezzi e pesi stabiliti dall’autorità.

Ogni luogo custodisce una traccia di Storia, quell’avvicente romanzo in cui si racconta dell’uomo e del suo vivere quotidiani,delle sue passioni, dei suoi vizi.

Il servizio fotografico è stato realizzato da Angelo

.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Quisquiglie e Pinzillacchere. Contrassegna il permalink.

32 risposte a Domenica, giorno di mercato

  1. sandra.vi ha detto:

    Lucia nn sai che piacere percorrere con te quel mercato ,ho goduto il godibile assorbito tutti i profumi deliziandomi ,sei stata magnifica come ringrazizrti …un vero tuffo nel passato/un riafforare di ricordi ..sai che mio marito e’ nato a Prato.un abbraccio

  2. lucetta ha detto:

    Sicuramente evocativo ed istruttivo il mercatino medievale ma, senza voler denigrare sagre e manifestazioni evocative, con un po’ di fantasia mi sono immedesimata nella vera atmosfera dell’epoca. Ben pochi sorrisi ma gente in abiti maleodoranti e sdruciti, facce smunte, mal rasate e poco lavate, vicoli maleodoranti. Solo in rare occasioni il popolo minuto aveva la possibilità di sfamarsi a sufficenza e dimenticare nel vino la grama vita che normalmente in quel tempo si conduceva. Fortuna che dopo un’ era così buia sorse il sole gioioso del rinascimento.

  3. Meraviglioso questo mercatin o …
    sarei tornata carica di cestini ed erbe …. sorrido …
    queste tradizioni sono una ricchezza inestimabile
    ed è bellissimo farle rivivere ..
    un bacione cara ..

    elisa

  4. scanazzatu ha detto:

    Ciao Lucia, mi hai fatto viaggiare con la macchina del tempo, per visitare luoghi incantevoli, grazie.

    Potessi viaggiar nel tempo,
    tornare indietro nella vita,
    non per ritrovar la giovinezza,
    ma i luoghi a me cari,
    ormai trasformati in dolci ricordi.
    Ritrovare la vera essenza della vita,
    la semplicità delle cose di ogni giorno,
    senza l’ansia e il nervosismo,
    che mi attanaglia oggi.
    Ritorno alle radici,
    ritorno alla vera dimensione,
    che adesso sembra svanita,
    in una fitta nebulosa.
    Tornare, in fondo, ad una dimensione
    molto più vicina alla natura dell’uomo.

    Ciaooooooooooooooooooooo

  5. ili6 ha detto:

    Ma che bello! Tu ed Angelo ci avete accompagnati per mano in un mercato splendido, permettendo un tuffo in un passato poco conosciuto. Grazie!!

  6. scooooo ha detto:

    che bello davvero dalle foto sembrava un film …..quei film d’epoca … devo dire che anche il fotografo si è impegnato ……lucia bello il tuo blog

  7. lisboantigua ha detto:

    Che bella carrellata di mestieri! Mi hai fatto pensare ad un’ amica (ex collega d’ufficio) innamorata di Perugia e di queste tradizioni: ogni anno partecipava ad una festa che durava più giorni in cui tutti dovevano vestirsi in abiti medievali…
    Bellissima l’Umbria che io ho visitato un po’ frettolosamente molti anni ed avrei invece proprio bisogno di riscoprire….

    • luciabaciocchi ha detto:

      Cari amici, l’Umbria è piena di rievocazioni storiche, tornerò sicuramente a parlare di questi avvenimenti, sono qui nel cuore della regione ed è un piacere farlo, grazie per essere venuta.

  8. pierperrone ha detto:

    Un saluto a te ad alla ringhiera dell’Umbria (si chiama anche così, no, Montefalco?).
    Meraviglioso posto, meraviglioso tutto, la terra, il vino, il cibo, la bellezza dei luoghi, la dolcezza della natura, la concretezza delle persone… sono davvero innamorato di tutta la provincia di Perugia.
    A presto.
    Piero

    • luciabaciocchi ha detto:

      Grazie Piero, un saluto dalla RINGHIERA DELL’UMBRIA, hai ragione siamo persone concrete, calate nel territorio e nelle loro tradizioni,ci piace rievocare, perchè è un modo per esprimere la nostra identità e per rivendicare l’appartenenza alle origini, mostrando quanto queste siano ancora sentite.

  9. sonoqui ha detto:

    Ciao Lucia cara, non vorrei essere ripetitiva e scontata nel commentare
    Il tuo “tuffo nel passato”, aggiungo solo il piacere che mi e ci hai trasmesso guidandoci
    dentro il mercato come una deliziosa chaperon.

    Con Stima
    Gina

    Ps
    Complimenti ad Angelo

  10. ANGELO ha detto:

    Ho passato a Bevagna, con Lucia, una giornata veramente fuori dal comune, che vi inviterei a provare, ci siamo immersi nel mondo medioevale senza rendercene conto. La mia macchina fotografica mi chiedeva continuamente di scattare; momenti di vita, dame, cavalieri, nobili, contadine, fanciulli/e, suonatori di flauto…..veramente un’atmosfera entusiasmante.

  11. Vito M. ha detto:

    Ciao Lucia, è la prima volta che entro nel tuo mondo, complimenti, ho vito articoli molto belli.
    Come dicevo nel blog messaggi in bottiglia, il mercato è sicuramente ricco di grande atmosfere, un vero viaggio nel tempo.
    Immaginarlo è una cosa, ma esserci fisicamente certamente è respirare un’aria diversa, un’oasi d’un tempo passata immersa nella quotidianeita dei nostri giorni.
    Ho visto le foto e anche il video inserito in un paio di post prima di questo, che dire, sicuramente viene voglia di esserci….. di fare un tuffo indietro nel tempo.
    Ti auguro una buona giornata, con amicizia, Vito

  12. popof1955 ha detto:

    Per tirar la gente fuori dai supermercati e dai centri commerciali queste fiere rievocative sono l’ideale. Aggiungi che sto scoprendo che effettivamente sappiamo molto poco del periodo medievale, come si chiamano ad esempio quelle che indossano gli uomini, che non sono camicie, non sono casacche e io a costo di fare cattiva figura, ho battezzato busciacche. Ciao 🙂

    • ANGELO ha detto:

      Popof ti sei persa una grande occassione, era pronto un bellissimo saio da frate per te, sarà per il prossimo anno. Un saluto carissimo

      • luciabaciocchi ha detto:

        Paolo, accertata la tua esperienza di venditore ambulante, sto pensando di allestire per il mercato 2012, una bancarella per la vendita di oggetti mediovali, tu l’esperto, a me la contrattazione, fidati ci so fare…Un saluto

      • popof1955 ha detto:

        Angelo mi sa che una volta o l’altra i voti li prendo davvero, non è male come idea quella di ritirarsi in un eremo.
        Quanto al mercatino, Lucia l’ho fatto solo per evitare di passare in discarica scoprendo che tante cose per me inutili per altri non lo sono, poi mio figlio ci ha preso gusto e una volta al mese …
        Ciao 🙂

  13. Fiorella Soldà ha detto:

    Splendido!!! Sei bravissima cara Lucia. So che Bevagna è sito delizioso per esserci stata, ma..troppi anni fa. Cercherò di riapprezzare la “contrada” anche al di fuori delle “gaite” o mercati speciali. Un’umbra ti ringrazia
    fiò

  14. luciabaciocchi ha detto:

    Faccio tanti complimenti a Lucia per questo blog,tornerò a visitarlo!!
    Helen( La cugina inglese), jn visita a Montefaco…..

  15. fausta68 ha detto:

    Se avevo ancora qualche dubbio con questo post è definitivamente sparito…..l’anno prossimo verrò a passare almeno una giornata a Bevagna a respirare quest’aria medievale che mi affascina anche solo vedendo le foto!
    Grazie Lucia per avermi fatto vivere questo evento! 🙂

  16. lucianaele ha detto:

    Bellissimo post, cara Lucia.
    Adoro girare per mercati e mercatini, ma questo è veramente fantastico !!!!!
    Buon lunedì e buon inizio di settimana,
    Luciana

  17. Giulio Salvatori ha detto:

    Non è da tutti trovarci nel ruolo di attore e spettatore.Girare fra profumi e sapori in barba a chi è lontano. E’ una dolce provocazione degna di una -fucilazione sul posto- Per questa volta mi limito a ringraziare per la scampagnata domenicale .Mi viene in mente una sinfonia dal titolo-Festa Campestre- dove i suoni s’insinuano fra le vie del borgo in una girandola di sapori e colori. Io, dall’alto dell’albero della cuccagna, come un folletto invisibile osservo.Grazie anche a Angelo

    • luciabaciocchi ha detto:

      Giulio scendi subito dall’albero della cuccagna, non vorrai mica cadere!!!!! Sono certa che questo articolo è di tuo gradimento, da esperto di sentieristica e storia locale sai apprezzare queste rievocazioni e soprattutto il messaggio che vogliono trasmettere alle nuove generazioni.Un caro saluto da me e Angelo

  18. Titina ha detto:

    Le tradizioni, gli usi e i costumi del passato della nostra bella Italia vanno valorizzati e portati all’attenzione di chi, come me, ama conoscere la storia, i modi di vivere, le curiosità e le particolarità delle varie regioni. Grazie Lucia per l’occasione che mi hai dato di fare con te un piccolo viaggio nel passato dei luoghi dove vivi….. un plauso ad Angelo per il bellissimo servizio fotografico!!!

    • luciabaciocchi ha detto:

      Sempre un grande piacere trovare un tuo commento, siamo lontane geograficamente, ma vicino con il pensiero, mi piace farvi entrare ne lmio piccolo mondo e nella storia locale.Un abbraccio da mel e Angelo

  19. Lorenzo D'Agata ha detto:

    Ti ho accompagnata passo passo traendone grande soddisfazione ideale e, alla fine, anche un po’ di appetito in più. Grazie, amica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...