Buon compleanno Italia

Cara Italia, giovedì 17 Marzo festeggi i tuoi 150 anni e non li dimostri.

Spesso si pensa che il Risorgimento e la storia di questi anni abbia avuto come protagonisti eroi, ma in realtà  la storia del nostro Paese è presente anche nei piccoli paesi, di cui spesso non si sente parlare, e da semplici cittadini. Montefalco, piccola cittadina del’umbria ha avuto molti di questi esempi.

La famiglia Calvi nell’anno 1894, Giuditta e Francesco con i figli. La figlia maggiore Adelma, sposo’ Benedetto Morici nell’anno 1906, ebbero 7 figli e da qui inizia questa storia.

 

 

Ad iniziare a Montefalco il mestiere di vetturino fu Vincenzo Morici 1848. A lui seguì il figlio Francesco e fu continuato dai suoi figli, Ruggero e dal nonno di Angelo, Benedetto.

In cassetta; Benedetto con il figlio Maurizio, davanti alla loro casa.

Già dalla prima metà del 1800, la famiglia Morici svolse il servizio di messaggeria di posta tra Montefalco- Roma e tra Foligno- Roma. La percorrenza di questi itinerari avveniva secondo un preciso orario settimanale di arrivi e partenze, su una carrozza a due cavalli da sostituire in precise postazioni. La stalla per 12 cavalli e la rimessa per trenta carrozze si trovava al piano terra della loro abitazione, oggi in parte di nostra proprietà. In seguito limitarono il trasporto postale e di merci per i cittadini, da e per Foligno con due servizi giornalieri

Matrimonio famiglia Carraro Costa Gnocchi nella Piazza di Montefalco

 

 

 

Oltre questo servizio, come si può vedere dalle foto d’epoca, accompagnavano la nobiltà del Paese alle cerimonie importanti, matrimoni, viaggi di nozze e di affari e svolgevano anche i servizi funebri con carrozze e cavalli listati a lutto.

Il nonno Benedetto e il figlio Maurizio, continuarono a gestire e ad assicurare il servizio postale e passeggeri fino agli anni 60.

Riporto qui anche la testimonianza dei festeggiamenti del 150° anniversario da parte del Paese di Azzano del Comune di Seravezza  ( Lucca) inviatami dall’amico Giulio Salvatori, Presidente e componente della Filarmonica.


Il 17 di marzo, anche la piccola associazione culturale -Filarmonica di Azzano- organizza un concerto. Ho stampato una locandina che, riguardandola, mi ha spinto a scrivere questo mio pensiero.Vedete, al posto delle Alpi, ho messo il -Monte Altissimo- ;oltre ad essere la montagna di Michelangelo Buonarroti, è la montagna dei cavatori dell’Alta Versilia.Ai piedi di questo gigante che troneggia superbo, si adagiano i paesi della montagna seravezzina. E’ da questa montagna che ,gli Operai,oltre a cavar  marmi,da secoli estraggono il pane. E considerato che “l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro…”mi sembra doveroso ricordare tutti coloro che, nel tempo, hanno macchiato col sangue le scaglie di statuario per l’economia della Nazione . Qualunque piccolo borgo , è un tassello prezioso di questa nostra penisola .Sono frammenti di un grande mosaico che vanno a formare la nostra amata  Italia.E’ per questo motivo che ho avvolto il Monte Altissimo col tricolore .

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Quisquiglie e Pinzillacchere. Contrassegna il permalink.

18 risposte a Buon compleanno Italia

  1. angela ha detto:

    Grazie Lucia di essere passata, mi ha fatto piacere conoscerti e di essere venuta anch’io in un blog altrettanto importante buon week end

  2. fernando garda ha detto:

    Mi sento a disagio ma piano piano scoprirò il tuo blog , già da ora complimenti, Brava.

  3. molto belle le foto un cordiale saluto da parte mia che nel vagare sono arrivato qui!!

  4. ili6 ha detto:

    un bell’esempio di famiglia italiana laboriosa e legata ai valori. E’ la parte buona di una Nazione che c’è stata e che sarà.
    Bel post.
    E Auguri alla nostra Italia!
    🙂

  5. Enrica ha detto:

    che bello…. mi piace tanto ,,sei brava come posso fare ?

  6. semplice1 ha detto:

    Bellissimo articolo Lucia che testimonia che la storia siamo noi. Anche se poi sui libri di storia saranno riportati solo re, imperatori e statisti… la vera storia la fa il popolo con la sua quotidianità, laboriosità, scelte.
    Bella idea incastonare l’anniversario dell’unità d’Italia con la storia della vostra famiglia, conferma il mio precedente pensiero. 😉

  7. ilgiullaredicorte ha detto:

    eccomi qua !!
    son venuto a ringraziare
    ed il vostro spazio a rallegrare
    son menestrello son giullare
    della corte sono il pagliaccio
    io non me ne dispiaccio
    ma al contrario me ne compiaccio
    c ‘e’ bisogno di sorridere
    anche quando c’e da inorridire
    or vi saluto mia nuova amica
    e che iddio vi benedica !!!

    buon pomeriggio e nu vasille !!!

  8. pino.sa ha detto:

    Lucia, l’Italia si è unita ed è cresciuta affondando le proprie radici sulla laboriosità della gente semplice, come i nonni e bisnonni di Angelo, ancora oggi la piccola impresa, anche a conduzione familiare, costituisce gran parte del tessuto connettivo della nostra società.
    Penso che anche noi possiamo festeggiare, con pieno diritto, l ‘anniversario dell’unità di Italia in quanto anche noi, come i nostri padri, con il nostro lavoro ed il nostro agire onesto abbiamo contribuito a mantenere unita e bella la nostra Italia.

  9. Harielle ha detto:

    Auguri alla giovane Italia, stato che a 150 anni è proprio una bambina.
    Complimenti a te, per un blog ricco di spunti critici e per idee che condivido totalmente…ti sottoscrivo per non perderti di vista.
    Un caro saluto,
    Harielle

  10. giuliano ha detto:

    Voler bene all’Italia .
    Anche oggi sono proprio i piccoli comuni a mostrare le maggiori potenzialità , quella capacità tutta italiana di affrontare le sfide del futuro con dinamismo e saggezza.
    Ernesto Galli della Loggia in un editoriale apparso su “Il Corriere della Sera” scrive”siamo, e rimarremo, italiani senza memoria. Quella memoria storica che non ci appartiene, perché non la conosciamo o perché non l’abbiamo mai vissuta”.
    Ecco allora che sarebbe nostro compito di raccontarla ai giovani come hai fatto te Lucia,perchè i nostri nonni a noi l’hanno raccontata e trasmesso i valori di attaccamento alla nostra bandiera non solo quando la nazionale vince i mondiali di calcio.

    • luciabaciocchi ha detto:

      Giuliano grazie! La memoria è un valore insestimabile patrimonio di tutti gli italiani. Oggi le famiglie non hanno più nè il tempo, nè la volontà di tramandare i fatti salienti delle generazioni passate, i nostri ragazzi non hanno la percezione del tempo passato, confondono periodi storici lontani con quelli recenti. Raccontare ai nostri nipoti, come hanno fatto i nostri nonni, le abitudini e i mestieri di una volta è un insegnamento che ha un grande valore. Ho pensato di trasportare questa testimonianza in una pagina del Corriere della Sera , messa a disposizione dei lettori.

  11. popof1955 ha detto:

    Che immagini tranquille, di un mondo che non c’è più. Ricordo la tua Umbria com’era quarantannni fa, con la vecchia strada statale che da Vadichiana costeggiando il Trasimeno portava a Perugia e a Orte.
    Mi raccomando la stalla Lucia, se c’è penuria di petrolio può essere più utile di un autogrill.

    • luciabaciocchi ha detto:

      La storia è anche il prodotto di parecchi miliardi di micromovimenti, alcuni dei quali originati proprio da noi. Perciò ritengo importanti anche foto, testi e, insomma, racconti di questi micromovimenti: nozze, battesimi, funerali, antenati, vacanze, compagni di classe, servizio militare ecc…Spero vi faccia piacere!

      • luciabaciocchi ha detto:

        Paolo stai tranquillo, in questo momento di grande fragilità, una stalla, una carrozza e due cavalli potrebbero essere una risorsa.
        Se ti va puoi prenotarti per fare un giro, il paesaggio è bellissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...