CONSIDERO VALORE ……..

Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.

Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.

Considero valore il vino finché dura un pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano.

Considero valore quello che domani non varrà più niente e quello che oggi vale ancora poco.

Considero valore tutte le ferite.

Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi, provare gratitudine senza ricordarsi di che.

Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord, qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato.

Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca, la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.

Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore..

Molti di questi valori non ho conoscito

Recitando questi bellissimi versi si è chiuso l’incontro che Erri De Luca ha tenuto ad Amelia (Terni), invitato dal Forum delle donne. Il poeta, o meglio narratore delle sue storie, come lui ama definirsi, ha annunciato l’imminente uscita del nuovo libro “E Disse”. Nei suoi libri fa un autoritratto dello scrittore non inscritto a niente, nelle sue parole si trova una forza educativa, l’insegnamento procede per parabole. Uomo schivo, amante della montagna, arrampicatore, ama gli animali potenti, la natura grande presenza attraverso la quale riesce a trovare la primitività dell’essere. Bellissimo è il breve racconto “Il Peso della Farfalla”, incontro di un vecchio camoscio e un vecchio cacciatore in fine carriera, portano entrambi sulle spalle una stanchezza sazia, sanno che non c’è più futuro e non ne vogliono più. Il cacciatore ammira il camoscio, l’animale più bello, un acrobata e mantiene le distanze da lui. La farfalla è il simbolo della regalità, sul corno del camoscio c’era sempre nella bella stagione una farfalla bianca. Il peso della farfalla, uguale al peso di una corona sulla testa di questo re degli animali. Lo scrittore afferma che “ La parola ha la sua responsabilità di ciò che dice , quindi chi scrive ha dei grandi doveri e deve condividere i problemi della gente”

.



Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Quisquiglie e Pinzillacchere. Contrassegna il permalink.

19 risposte a CONSIDERO VALORE ……..

  1. rosanna44 ha detto:

    cara Lucia vedo che sei diventata molto brava !!!!io non ho fatto nessun progresso ,curo un blog su libero che a mio parere è più semplice.Anche io ho letto il libro di De Luca e per chi ha un po’ di sentimento rimane molto colpito.Ciao

  2. luciabaciocchi ha detto:

    Titti cara, finalmente leggo le tue parole, mi hai fatto un bellissimo regalo, è come se mi avessi fatto una visita di persona, un abbraccio e grazie!

  3. Titina ha detto:

    Considero un valore il piacere di godere delle cose semplici…..considero un valore stringere la mano di un bimbo che si affida a te incondizionatamente….considero un valore asciugare le lacrime di una persona triste….considero un valore il sapore del sorbetto fatto con la neve fresca e un goccio di vino….considero un valore il piacere dell’accoglienza delle diversità che dona gioia e arricchisce……. Lucia complimenti per il tuo blog, hai fatto un buon lavoro davvero…continua così! Ciao cara amica!

  4. Pino1.sa ha detto:

    Considero valore la Capacità di accorgersi dell’Amore di Dio !

  5. paolacon ha detto:

    E dopo aver ammirato ed essermi complimentata col tuo blog, Lucia, vorrei dire anche io che cosa considero valore, stimolata dalle parole del grande Erri de Luca.
    Considero valore, come dice Erri, tutte le ferite, perché fanno crescere e prendere coscienza di sé.
    Considero valore non buttare mai via il pane e, se proprio si è costretti a farlo, baciarlo prima, come facevano le nonne.
    Considero valore il cercare sempre un chiarimento con le persone e non lasciare mai un contrasto aperto e irrisolto.
    Considero valore la diversità dell’altro, la mano che si tende allo s”paesato”, l’eterogeneità.
    Ma non è detto che riesca ad applicarli tutti questi valori…

  6. paolacon ha detto:

    Lucia, complimenti per questo tuo blog!
    Certo che la tua modestia è encomiabile; per essere una che ha sempre detto di non saper usare il computer, hai fatto un lavoro straordinario. Belle le immagini, variate, rilassanti, improntate alla cultura; ma soprattutto complimenti per i contenuti degli articoli. Veramente brava, sei ammirevole. Congratulazioni!

  7. luciabaciocchi ha detto:

    Oggi ho ascoltato un’intervista ad Erri De Luca riporto qui alcune affermazioni:
    “Un napoletano che si dedica all’alpinismo richiede una giustificazione. Come coi libri, la mia passione per la montagna deriva da mio papà. Durante la Seconda Guerra Mondiale, mio padre faceva parte degli Alpini e assistette in prima persona alle atrocità della guerra. Tuttavia, quando tornò a casa, non raccontò mai le tristi vicende della guerra, ma riuscì a salvare di quella esperienza solo la sua passione per la montagna. E così io divenni alpinista.
    È bello da lassù vedere com’era il mondo prima che noi lo abitassimo, prima che noi vi lasciassimo le nostre tracce, e vedere come sarà… La cima di una montagna è un vicolo cieco; quando si arriva lassù, c’è solo il cielo, è un bellissimo luogo panoramico, ma è impossibile spingersi ancora più su. In cima, sono nel posto più lontano rispetto al punto di partenza e il mio obiettivo, e quello di tutti gli alpinisti, è quello di tornare giù.”
    Leggendo il suo racconto riscopriamo questo grande amore..

  8. giuliano ha detto:

    In poco tempo sei riuscita a fare un Blog piacevole, sembra quasi un salotto…
    Visto che hai toccato un tema, che un tempo mi appassionava, l’oroscopo aggiungo alcuni dati:
    L’Ariete è attraversato dal sole tra il 21 Marzo e il 20 Aprile di ogni anno, Occupa lo spazio dello zodiaco compreso tra il grado 0° e il grado 29°.
    Il segno simboleggia l’esplosione delle forze naturali concomitante con il sopraggiungere della primavera, la nascita della vegetazione e dei germogli.
    L’Ariete è legato alla prima fatica di Ercole, la cattura delle giumente antropofaghe.
    Il significato per analogia si comprende che l’Ariete, primo segno zodiacale e legato alla prima fatica del mitico personaggio, è quello degli impulsi forti e potenti, degli sforzi esagerati perché entusiastici, tali sforzi producono successi parziali, ma conferiscono la facoltà di acquisire esperienza e consapevolezza dei propri errori.
    E’ governato da Marte
    “Il bellicoso Marte sempre infiamma,
    Li animi alteri al guerreggiare sforza.
    Hor questo hor quello ne satia sua brama,
    In lì acquistar ma più sempre rinforza”.

  9. Franky Libe ha detto:

    Considero valore le emozioni che può provare la mia anima;considero valore la possibilità di formulare pensieri;considero valore ammirare i colori della natura ed annusarne i profumi……
    Cara Lucia che passi da gigante hai fatto nel blog!
    Complimenti.Ti abbraccio.

  10. luciabaciocchi ha detto:

    Amici miei, oggi voglio parlarmi un po’ di me, sentite cosa mi dice l’oroscopo:

    Saturno contro fa una gran paura a tutti, e l’Ariete dovrà ancora assaggiarne qualche dura carezza, ma con conseguenze meno nere di quanto teme. Anzi, accogliendone l’invito al cambiamento, qualche situazione tesa potrebbe sciogliersi magicamente. Più di Saturno, a farvi male è l’ostinazione, quel sentirvi sempre più intelligenti degli altri, quella radicale mancanza di umiltà.
    E ancora:
    Certo a muoverli è sempre il desiderio di primeggiare, di sedurre, di smentire quanti li vorrebbero sul viale del tramonto. Ma la forza che prendono in questo mese non amarissimo potrebbe davvero farli rinascere come la mitologica fenice.
    Chissà se è nel giusto!!

  11. luciabaciocchi ha detto:

    Ringrazio di cuore Antonio per aver lasciato questo messaggio, bellissime parole, spero che torni presto a farci conoscere il suo pensiero!

  12. Antonino ha detto:

    Considero valore l’essere sempre se stessi, sapersi voler bene, per poter volere bene agli altri.
    Riconoscere i propri difetti e saperne ridere, accettare tutte le diversità, eliminando stupidi pregiudizi.
    Considero valore la vita, nel bene e del male va sempre vissuta , considero valore ancora più importante la vita degli altri, la sincerità, i veri ideali.
    Infine considero valore il percorrere la strada della vita assieme alla persona cara, alla donna dono meraviglioso che è stato fatto agli uomini.

  13. luciabaciocchi ha detto:

    Semplice ogni volta che ti leggo scopro un lato di te che mi emoziona, la condivisione è una delle cose in cui credo di più!!! Hai parlato del valore del pane, voglio mettere una frase dell’ amico Giulio:
    “Pane e companatico. Ecco cosa chiede la gente semplice. In queste due parole è racchiusa la rivoluzione operaia. Rivoluzione, termine che oggi fa paura, ma che darebbe una svolta sicura a questa Patria.”

  14. semplice ha detto:

    Considero valore il fare insieme senza provare invidia, gelosia, senza prevaricazione.
    Considero valore la semplicità.
    Considero valore l’odore del pane.
    Considero valore il gioire di noi tutti per il successo di Lucia. 😉

  15. popof1955 ha detto:

    Che bell’incontro Lucia che hai fatto.
    Come hai tempo leggi quell’onirico pastello napoletano che è “Montedidio”.
    Continua così, il tuo blog cresce giorno dopo giorno acquistando valore.

  16. Giulio Salvatori ha detto:

    I figli di un contadino, erano stufi di lavorare dalla mattina alla sera .Il padre li ammoniva:-Voi non capite il valore che abbiamo, voi non capite il tesoro che avete-I figli continuarono a lavorare come sempre poi, vollero sapere dove il padre nascondesse questo tesoro, questo immenso valore.Il padre il mattino presto, li portò nei campi come sempre e, rivolto ai figli disse :- Ecco il Vostro valore, è lì sotto le zolle della terra, non aspetta che le vostre braccia -. Capirono che il valore della terra, il valore del sudore, il valore della perseveranza, il valore del sacrificio…era sotto i loro piedi

  17. Monica ha detto:

    Considero valore il modesto dono di sè
    che passa attraverso la condivisione dei moti dell’animo,
    delle parole immortali del poeta …
    Continua così, mamma!

  18. giuliano ha detto:

    Valore e’ anche saper sorridere di se’ e delle proprie malinconie.
    Valore è saper rialzarsi quando si cade.
    Erri uno dei migliori!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...