L’elogio di una donna normale

Prendendo spunto dal libro di Irene Bernardini, psicologa e giornalista, mi viene spontaneo fare alcune considerazioni. Trovo importante parlare di “donne normali” che ogni giorno sentono il bisogno di realizzarsi nell’ambito della famiglia, ma anche nel mondo esterno e tentano di trovare la felicità dentro e fuori casa. Leggendo questo libro mi sono posta questa domanda: “Cosa chiedono le donne agli uomini, ai figli, al lavoro e a se stesse?” In una società, in cui apparire è più importante che essere, qual è il suo posto? La donna normale impaurita da certi modelli che la società ci propone e sentendosi diversa e lontana da questi, non riesce ad essere felice nella quotidianità e si sente inadeguata verso il mondo che sottovaluta il grande capitale che è in lei

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Quisquiglie e Pinzillacchere. Contrassegna il permalink.

15 risposte a L’elogio di una donna normale

  1. luciabaciocchi ha detto:

    Ornella brava! Anche io ho notato il pochissimo spazio riservato a questa notizia da parte dei media, ancora oggi occupati a parlare di tante futili notizie, ti ringrazio per aver pensato al mi blog.

  2. ornella o Orny ha detto:

    ….Ciao a tutti ….sicuramente cio’ che vado a scrivere e’ fuori dal tema ..ma mi sembra comunque importantissimo …..volevo portare a conoscenza che sia gli organi di stampa che la televisione non hanno dato molto risalto alla notizia ….ma credo che non si possa far passare sotto silenzio (o quasi ) che oggi e’ il giorno della memoria PER I CADUTI DELLE FOIBE…. Anch’essi meritano il giusto ricordo per una moprte tanto assurda quanto crudele per mano di un regime anch’esso non meno turpe del nazismo ….. grazie mi scuso per l’intrusione..un saluto a tutti un abbraccio a Lucia…….

  3. luciabaciocchi ha detto:

    Antonio ciao, certo la scrittrice Irene Bernardini no ha voluto etichettare nessuna donna quando ha scritto il suo libro. Era solo un modo provocatorio per dire che le donne non sono solo quelle che vediamo passare nella tv e nei media…sicuramente ci siamo anche noi….

    • Antonino ha detto:

      Sicuramente ci sono le “donne” , non anche. La mia non voleva essere una critica, semplicemente l’esposizione di un pensiero.
      Purtroppo a volte siamo noi stessi che creiamo stereotipi o contribuiamo alla loro creazione.

  4. Antonino ha detto:

    Cos’è una donna normale ?
    Ci sono donne anormali ?
    Perchè etichettare sempre tutto ?
    Probabilmente sbaglierò e magari saranno in molti a criticare le mie idee, ma per me la donna è semplicemente, singolarmente, meravigliosamente donna.
    Che sia affiancata da un uomo o meno, poco importa, inutile creare stereotipi.
    La donna ha sempre dimostrato di poter riuscire in ogni campo si cimenti, affari, famiglia, amore, ecc., non credo sia il caso di fare elenchi.
    Bisogna solo apprezzarle e stimarle più di quanto non si faccia, e smetterla di prenderci in giro con le solite storie di uguaglianza che servono solo a mascherare la ” nostra reale inferiorità “.
    Come uomo forse non dovrei dire tutto questo, ma per me è davvero la verità, e poi non saprei proprio immaginare un mondo senza di voi, donne, sapete che noia ?

  5. luciabaciocchi ha detto:

    Ornella grande è l’elogio che hai fatto alla DONNA, donna in quanto essere che nella storia ha fatto grandi battaglie, che fin dall’inizio della Creazione ha dimostrato di avere qualcosa in più dell’uomo. Il grande Erri De Luca afferma: “La donna è madre, femmina accogliente e protettiva, sicuramente biologicamente più perfetta, la sua potenza sta nel decidere della vita e di tutto quello che la riguarda”, ed in questa figura tutte noi ci riconosciamo.

  6. ornella o Orny ha detto:

    IO MI SENTO NORMALE ………..

  7. ornella o Orny ha detto:

    …..permettetemi dissento un po’ dallo stereotipo di donna che avete dato …cioe’ quella con un uomo al suo fianco amata, odiata, cornificata ,sacrificata, piangente , in adorazione, in attesa …….ci sono anche donne che non hanno accanto uomini e che hanno avuto nella vita il ruolo sia di uomo che di donna Donne che hanno partato i calzoni per accadimenti della vita che hanno comunque saputo trasmettere volori grandi e educare in modo esemplare ..Donne che hanno cresciuto figli che i padri non hanno voluto o potuto crescere ..donne che hanno sacrificato l’amore di o per un uomo per l’amore di un figlio ….donne che hanno saputo tenere testa ad una societa’ fatta di perbenismi ….. e di apparenze …… beh io appartengo a questo tipo di donna …… grazie a tutti e non voleteme io sono diretta come sempre…… un particolare saluto a Lucia che spero mi vorra’ ancora ospitare nel suo blog….. un saluto anche a Franco che ringrazio della stima che sa essere ricambiata……..

  8. Pino1.sa ha detto:

    Io le donne normali le vedo sempre affiancate ad un uomo, lo so di dar fastidio con questa mia affermazione , ma è così che la penso. Pertanto penso che qualsiasi cosa si possa affermare sul rapporto tra i generi non può di per se stesso cambiare quel complesso di atti e funzioni che scaturiscono direttamente dalla diversa fisiologia che i due organismi, maschio femmina, hanno. Tale rapporto fin quando si svolge e/o viene vissuto in maniera conflittuale non da i frutti sperati e notevoli sono i danni che si riscontrano nella società quando prevale l’uno o l’altro genere.
    Io penso ad un rapporto che possa valorizzare quelle peculiarità che la donna ha e che l’uomo non possiede e viceversa, infatti ogni qualvolta uno dei due generi si e voluto appropriare delle peculiarità dell’altro sesso né sono venute fuori delle mostruosità grottesche. Allora in primo luogo occorre che ognuno delle due parti riconosca nell’altro le potenzialità peculiari ed esclusive, per natura complementari, poi valorizzarne reciprocamente la piena realizzazione senza invidia o gelosie di sorta, anzi gioendo delle capacità dell’altro quasi a voler affermare all’altro ad ogni piè sospinto “Grazie di esistere” . Purtroppo la mancata focalizzazione di tali equilibri ha portato all’attuale condizione, comunque, il mio personale rapporto con le donne della mia vita: madre, moglie, figlia, colleghe, amiche, ecc. è stato sempre positivo e ringrazio il buon Dio che me le ha fatto conoscere, vi assicuro che ho avuto modo di riconoscere in tutte quelle peculiarità che purtroppo a me mancano perché di un genere diverso ed allora concludo al grido di “VIVA LE DONNE”.

  9. semplice1 ha detto:

    Il mondo è pieno di donne normali, per fortuna!!!
    Donne che amano, percepiscono, si emozionano, lottano la quotidiana guerra per la sopravvivenza…Donne che entrano nelle cose sempre con intensità, sia che piangano sbucciando cipolle, sia che stringano al cuore un figlio o un amore, sia che svolgano una professione impegnata, sia che si incantino davanti un cielo stellato. La donna normale ha una formula segreta: si ama.
    E quando ci si ama non si può fare a meno di valori come la dignità, il rispetto, la libertà, la condivisione, la sostanza, l’importanza di un ideale, l’autenticità dell’amore, la sacralità della vita..

  10. luciabaciocchi ha detto:

    Bella testimonianza quella di Franco, quasi una dichiarazione di affetto e di stima verso il le donne. Ragazze, dobbiamo aver pazienza: nessuno mi toglie dalla testa che la democrazia comincia tra le mura di casa. E da come un uomo e una donna sanno sognarsi. Per incontrarsi davvero. Sbaglio?

  11. franco muzzioli ha detto:

    Se sapessi farlo dedicherei un ode alla donna cosiddetta”normale” ,ritratto di nonne, di mamme e nel mio caso, di moglie, figlia e nipote. Ma che cos’è una “donna normale? Una donna che pensa , che ha dei principi, degli scopi, degli affetti, che scommette la vita in rapporti di stima ed amore con chi le stà vicino.
    Non so se le donne che si basano sulla loro immagine, sulla carriera ,sul guadagno e sul piacere siano o no normali, non sono le donne che piacciono a me, non sono l’altra parte del cielo, non me ne vogliano ,ma sono loro che impostano l’esistenza sull’effimero, sull’edonismo, sull’individualità sulla solitudine.
    La donna per me è un’ altra cosa.
    P.S. Sono sempre più ammirato dal blog di Lucia…voglio inoltre mandare un saluto ad Ornella ,conterranea che stimo molto .

  12. popof1955 ha detto:

    Si è importante realizzarsi nell’ambito della famiglia, ma anche che la famiglia si realizzi nell’ambito della donna (moglie, amica, amante, mamma).
    Vero è che per la famiglia uno dei due elementi della coppia deve sacrificare un pò di più rispetto all’altro e che questo ruolo più spesso lo accetta la donna.
    Non bisogna essere impauriti se si è diversi dagli stereotipi, bisogna ricavarne forza.

  13. luciabaciocchi ha detto:

    La mia amica Ornella mi ha inviato questo messaggio:
    Ornella Bettelli5 febbraio 2011
    …..Grazie a te Lucia ,lo trovo bellissimo ……mi sono soffermata a vedere se vuoi cose piu’ superficiali che non a commentare …..adesso vado a spiegarti Aprendo il blog mi sono fermata a vedere con quanto buon gusto sia stato fatto e quanta pace esprime …Voglia di far volare la fantasia lontano dalle miserie umane e giornaliere …. complimenti per l’impostazione ..Sara’ mia cura lasciare anche un mio segno, al momento mi sto godendo il volo libero dei gabbiani e il tramonto del sole..ciao notte un bacio …….

    • ornella o Orny ha detto:

      …..Grazie mi ha fatto piacere vedere pubblicato cio’ che ti avevo scritto …credimi rispecchia cio’ che sento e provo aprendo il blog…… Lucia saro’ un’inguaribile romantica ,,,quindi qualcosa per piacermi mi deve dare emozione prima di tutto poi ci deve essere anche l’interesse ,ma cio’ che mi ha trasmesso aprendolo e’ stato bellissimo ..ancora Complimenti …..ciao un abbraccio …voglia di liberta’ ….. di dare libero sfogo ad una fantasia ormai imprigionata dall’apparire piu’ che dall’essere……..un bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...